I LIONS

I Lions – le origini

Nel 1917 Melvin Jones, un uomo d’affari trentottenne di Chicago, disse ai soci del proprio business club locale che avrebbero dovuto guardare oltre i problemi legati al lavoro e dedicarsi al miglioramento della comunità e del mondo. Il gruppo di Jones, il Business Circle di Chicago, sosteneva la sua visione.

Dopo aver contattato gruppi simili negli Stati Uniti fu tenuto un incontro organizzativo il 7 giugno 1917, a Chicago (USA). Il nuovo gruppo prese il nome di uno dei gruppi invitati, la “Association of Lions Clubs”. Nell’ottobre dello stesso anno si tenne una convention nazionale a Dallas (USA) nel corso della quale vennero approvati lo statuto, il regolamento, gli scopi e il codice etico.

Nell’arco di tre anni i Lions divennero un’organizzazione internazionale. Da allora, abbiamo ottenuto i più alti riconoscimenti per la nostra integrità e trasparenza. Siamo un’organizzazione ben gestita, con una visione consolidata, una missione precisa e una lunga tradizione di cui siamo orgogliosi.

Dichiarazione della visione
Essere il leader mondiale nel servizio comunitario e umanitario.

Dichiarazione della missione
Dare modo ai volontari di servire la loro comunità, rispondere ai bisogni umanitari, promuovere la pace e favorire la comprensione internazionale tramite i Lions club.

Melvin Jones Fellow
Il “Melvin Jones Fellow” è un Riconoscimento Internazionale della Sede Centrale di Oak Brook (USA), che viene riconosciuto ai Club ed è legato ad un contributo alla Fondazione internazionale: LCIF – Lions Club International Foundation. Il Premio porta il nome  del Fondatore del Lions Club International, Melvin Jones, giovane imprendito che nella  Chicago del  1917 riunì  in un Club di servizio una serie di uomini  attenti all’ascolto delle esigenze della comunità in cui vivevano e disponibili verso i più bisognosi.

I fondatori dettero vita ai LIONS, un acronimo che significa:

Liberty, Intelligence, Our nation’s safety
ovvero
Libertà, Intelligenza, Sicurezza della Propria Nazione.

Preghiera dei Lions
Ti ringraziamo Signore per essere qui riuniti per diventare migliori e per poter servire meglio i nostri simili.
Dacci, Signore l’ umiltà, la conoscenza e la forza necessaria per compiere insieme i nostri doveri con entusiasmo e tenacia.
Dacci la bontà e la tolleranza per rispettare le opinioni degli altri ed alimentare in tutti l’aspirazione a servire l’umanità che soffre.
Proteggi la nostra grande famiglia lionistica che lavora oggi, come sempre, per il culto dell’ amicizia, dell’amore per il prossimo e del servizio disinteressato.
Concedi, o Signore, ai nostri amici Lions che ci hanno lasciato, il premio della Tua luce e permetti loro di esserci vicini nel compimento del nostro servizio.
Benedici, Signore, il nostro lavoro.

Il codice etico dei Lions
– Dimostrare con l’eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro, la serietà della vocazione al servizio.
– Perseguire il successo, domandare le giuste retribuzioni e conseguire i giusti profitti senza pregiudicare la dignità e l’onore con atti sleali ed azioni meno che corrette.
– Ricordare che nello svolgere la propria attività non si deve danneggiare quella degli altri; – Essere leali con tutti, sinceri con sé stessi.
– Ogni dubbio circa il proprio diritto o pretesa nei confronti di altri deve essere affrontato e risolto anche contro il proprio interesse
– Considerare l’amicizia come fine e non come mezzo, nella convinzione che la vera amicizia non esiste per i vantaggi che può offrire, ma per accettare nei benefici lo spirito che li anima.
– Avere sempre presenti i doveri di cittadino verso la Patria, lo Stato, la Comunità nella quale ciascuno vive; prestare loro, con lealtà, sentimenti opere, lavoro, tempo e denaro.
– Essere solidale con il prossimo mediante l’aiuto ai deboli, i soccorsi ai bisognosi, la simpatia ai sofferenti
– Essere cauto nella critica, generoso nella lode, sempre mirando a costruire e non a distruggere.